Medici e infermieri a Ceresole Reale

Un grazie senza confini dalle Perle delle Alpi

L’iniziativa promossa a inizio giugno da Ceresole Reale per ringraziare con un weekend gratuito medici e infermieri impegnati a far fronte alla pandemia del Corona Virus prosegue durante l’estate grazie all’adesione di altre località alpine. Dopo Forni di Sopra, nel cuore delle Dolomiti Friulane, anche Mallnitz, Perla del Parco Nazionale degli Alti Tauri in Carinzia si prepara ad accogliere i sanitari per regalare loro momenti di serenità nella quiete delle montagne

Ceresole Reale chiama, le Alpi rispondono

All’inizio di giugno circa 150 fra medici e infermieri sono stati ospitati a Ceresole Reale (Piemonte) in segno di gratitudine per il loro impegno nell’arginare la pandemia Covid-19. Le giornate trascorse in mezzo alla natura del Parco Nazionale del Gran Paradiso, fra un’escursione trekking e un giro in MTB, sono state un’occasione per staccare la spina e ritrovare un pò di serenità dopo settimane davvero difficili.

Paesaggio soleggiato a Ceresole Reale
Paesaggi mozzafiato a Ceresole Reale

Per soddisfare l’elevato numero di richieste pervenute, Ceresole Reale si è data da fare con successo per ampliare l’iniziativa. Oltre ad altre realtà del Piemonte e della Valle d’Aosta (dalla val Ferret alla Val Sesia), attraverso l’associazione Alpine Pearls si sono unite all’iniziativa anche due località delle Alpi Orientali, Forni di Sopra (Friuli) e Mallnitz (Carinzia), che ospiteranno i sanitari nel prosieguo della stagione estiva.

Il network Alpine Pearls

“Siamo molto contenti per la riuscita di questa iniziativa di solidarietà che si è estesa lungo l’arco alpino” – spiega il Dr. Peter Brandauer, Presidente di Alpine Pearls. “La nostra associazione, che raccoglie oltre 20 località di Italia, Austria, Slovenia, Svizzera e Germania impegnate a promuovere il turismo sostenibile, è come una grande famiglia e la collaborazione fra le nostre località è uno dei nostri punti di forza. Le Alpi sono un territorio unico da preservare per le generazioni future, insieme a tutti i valori che contraddistinguono il nostro territorio, fra cui spicca quello dell’accoglienza e della solidarietà.”

A settembre Forni di Sopra ospiterà medici e infermieri

Fra le prime località ad aderire all’iniziativa Forni di Sopra, nel cuore del Parco delle Dolomiti Friulane. “Abbiamo accolto l’invito senza indugio” – spiega Ferigo, neo Presidente delle Rete d’imprese Forni di Sopra, Dolomiti in tutti i sensi – e insieme alle strutture ricettive della località stiamo definendo quello che sarà il fine settimana di settembre dedicato agli operatori sanitari: non solo ospitalità alberghiera o extra alberghiera ma anche servizi e escursioni con partecipazione gratuita, per regalare momenti piacevoli con la bellezza delle nostre montagne e con i nostri gustosi piatti tipici.”

Prato fiorito – Forni di Sopra (Dolomiti Friulane)

Medici e infermieri anche in Austria: Mallnitz (Carinzia) si unisce all’iniziativa

Sono diverse le località alpine che hanno portato avanti iniziative di ospitalità per medici e infermieri, ma la transnazionalità dell’iniziativa partita da Ceresole è un piccolo fiore all’occhiello per Alpine Pearls.  L’adesione della Perla austriaca di Mallnitz, in Carinzia è quindi motivo di grande soddisfazione, anche per rinsaldare quel rapporto di amicizia fra Italia e Austria dopo alcune polemiche delle scorse settimane sulla riapertura dei confini . “La nostra località” – spiega Markus Supersberger, coordinatore del gruppo di operatori turistici Alpine Pearls di Mallnitz – “è una Perla fra le montagne del Parco Nazionale Alti Tauri e negli ultimi anni sempre più turisti italiani vengono a farci visita, soprattutto in estate, per una vacanza di trekking, MTB o semplicemente relax nella natura. Siamo contenti di accogliere i nostri amici italiani che hanno lavorato senza soste con tutte le loro energie durante la fase più dura dell’epidemia”

Mallnitz ©Franz Gerdl
Mallnitz ©Franz Gerdl

Un grazie sempre più grande attraversa le Alpi

Felice per le tante adesioni Alex Gioannini, giovane Sindaco di Ceresole Reale e gestore di uno dei ristoranti che ha messo a disposizione dei sanitari la propria struttura “E’ stata una bella iniziativa partita e promossa dalle realtà turistiche del nostro comune”.

“E’ stato un progetto nato per dire #Grazie a chi si è prodigato per contenere la pandemia. Ora siamo noi a dover dire #Grazie a chi è venuto qui da noi e ci ha regalato un pensiero, una recensione, un ringraziamento pubblico… Così non vale. I #Grazie diventano troppi.

#Grazie a chi tra noi a Ceresole Reale si è messo a disposizione. #Grazie a chi ha risposto dalle Alpi, dalla Val Ferret in valle d’Aosta alla Valsesia impegnata questa settimana e poi dalle località Alpine Pearls di Forni di Sopra e Mallnitz, che generosamente si sono aggiunte a noi per dire #Grazie”.

Foto di gruppo dei sanitari Covid a Ceresole Reale
Foto di gruppo dei sanitari Covid a Ceresole Reale

 

 

Pubblicato da Piui

Piui

Musicista, blogger e scrittore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *