Crazy Bob - Forni di Sopra

Crazy Bob: discese “pazze” a Forni di Sopra

Sulle candide nevi di Forni di Sopra, Perla Alpina delle Dolomiti Friulane, una pazza e divertentissima gara anima le piste nel mese di marzo. Ma non si tratta di slalom o di discesa libera. “Crazy Bob”, la manifestazione che vede sfidarsi sulla neve varie associazioni a bordo di slitte improvvisate, è ormai un’istituzione. Alpine Pearls ne è partner ufficiale. Una corsa che già nel suo statuto fa comprendere lo spirito di festa che la anima. Sul sito internet della competizione, infatti, si legge: “Si tende a premiare la squadra che nel miglior modo possibile, con il tempo più medio possibile, nel modo più simpatico possibile, porta a termine il percorso di gara”. Abbiamo parlato con l’ideatore di Crazy Bob, Attilio Quaglia, che ci ha raccontato di come «tutto è cominciato per gioco, e adesso – 20 anni dopo – siamo ancora qui».

Crazy Bob ed. 2016 Forni di Sopra
Crazy Bob ed. 2016 Forni di Sopra – Crazy Bob®

Una corsa lunga 20 anni

«Eravamo 4 amici al pub», comincia a raccontare Attilio Quaglia, titolare del Tilly’s Pub di Tolmezzo (UD). Potrà sembrare l’incipit di una famosa canzone di Gino Paoli. Invece è l’inizio di un’avventura, quella di Crazy Bob, che parte nel lontano 1999. «Volevamo fare qualcosa di divertente sulla neve» continua Attilio, «allora uno dei miei amici ha detto: “Io ho un vecchio cofano, ci metto sotto due sci”, un altro aveva un vecchio bidet, uno una ruota di un trattore…». Nasceva così la prima edizione della gara, che anche se con organizzazione “fatta in casa” comprendeva ben 24 equipaggi composti da due persone. L’anno successivo, continua a raccontarci Attilio, «un amico del settore beverage mi chiese “perchè non ti allarghi? Ti aiuto con le bevande e finanzio qualcosa”, e così abbiamo cominciato a farlo un po’ più seriamente».

Crazy Bob 2 ed. 2016 Forni di Sopra
Crazy Bob ed. 2016 Forni di Sopra – Crazy Bob®

Crazy Bob: perchè?

Organizzata in un clima di festa, Crazy Bob resta una manifestazione molto seria, la cui organizzazione prende tempo e risorse, «e nessuno ci guadagna una lira!», continua Attilio: «è una cosa che è nata per gioco, non per lucro». Lo spirito è rimasto lo stesso anche dopo quasi 20 anni. «Noi quando ci ritroviamo a lavorare su questo progetto stiamo benissimo. Sentiamo di appartenere tutti alla stessa grande famiglia e ci stacchiamo completamente dalla routine di tutti i giorni!», continua Attilio. «Sicuramente se avessimo fatto questo come lavoro, e non come “gioco”, non saremmo arrivati ai risultati che abbiamo oggi».

Crazy Bob 9a edizione Forni di Sopra
Crazy Bob 2016 – Domenica 6 Marzo 2016 – Foto di Francesco Sala

La splendida cornice di Forni di Sopra

Inizialmente la gara, che si svolge ogni due anni nel mese di marzo, era organizzata sullo Zoncolan. Dall’edizione del 2014, poi, la gara si è spostata sulle piste della Perla Alpina Forni di Sopra. Continua Attilio: «Forni è un posto fantastico, dove l’accoglienza e il calore della gente si sono subito fatti sentire. Abbiamo avuto anche tutto l’appoggio di Promoturismo, senza parlare della cornice magnifica che è quella delle Dolomiti Friulane».  Ancora, poi, l’ideatore della gara racconta: «il bello di fare questa gara a Forni di Sopra è che c’è un paese dietro che ti sostiene con i servizi, fondamentali per la ricettività! Di conseguenza c’è il bello di poter arrivare il venerdì o il sabato, mollare la macchina e divertirsi tre giorni!», in perfetto stile Alpine Pearls.

Crazy Bob 4 ed. 2016 Forni di Sopra
Crazy Bob ed. 2016 Forni di Sopra – Crazy Bob®

La sicurezza prima di tutto

«Nella nostra follia, per dieci edizioni abbiamo avuto zero problemi», ci racconta il titolare del Tilly’s Pub, che sottolinea l’importanza della sicurezza in una manifestazione così carnevalesca. Il regolamento in merito parla chiaro: bisogna che ogni vettura sia fornita di un mezzo per frenare. Che sia un paracadute o un rostro non importa, anzi! Viene premiata l’originalità anche in questo. «Generalmente nella giornata di sabato facciamo la verifica e l’accettazione dei mezzi», continua Attilio. «In quell’occasione tagliamo gli spuntoni, non facciamo montar su batterie pericolose, razzi, motori: niente che possa creare problemi!», racconta ancora, a certificare l’impegno dell’organizzazione per un divertimento sicuro sotto ogni punto di vista.

Crazy Bob 5 ed. 2016 Forni di Sopra
Crazy Bob ed. 2016 Forni di Sopra – Crazy Bob®

Pubblicato da Gian Paolo

Gian Paolo

GianPaolo è giornalista pubblicista e specialista di comunicazione digitale. Ama viaggiare, fare lunghe passeggiate in montagna e suonare. Quando non è chiuso in sala prove o in redazione, adora passare il tempo libero con sua moglie e la sua cagnolina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *