coppa del mondo di sci nordico Cogne

Coppa del Mondo di Sci Nordico: a Cogne è un evento Sostenibile

Mobilità sostenibile, auto elettriche, raccolta differenziata, utilizzo di energia rinnovabile, ma anche una serie di progetti per limitare gli sprechi e ridurre i monouso. Il piano della Perla Alpina di Cogne per la Coppa del Mondo di Sci Nordico punta sulla sostenibilità ambientale e sociale della competizione di fama internazionale. Così la Green Destination ai piedi del Gran Paradiso vuole fare dell’evento della competizione mondiale un’occasione per ribadire il suo impegno verso la sostenibilità.

Un evento green ai piedi del Gran Paradiso

Gran Paradiso
Gran Paradiso, foto di Kristof Vizy, via unsplash

I grandi eventi sono responsabili della produzione di gas serra e di rifiuti, e la situazione si fa’ ancora più delicata se l’evento si svolge in un territorio fragile come quello delle Alpi. Come invertire la rotta e fare in modo che un evento porti ricchezza sul territorio senza compromettere la bellezza naturale dei luoghi? Un buon esempio arriva dalla Perla Alpina di Cogne, che ha sviluppato un piano di sostenibilità per le gare di Coppa del Mondo di Sci Nordico, che si svolgeranno dal 16 al 17 Febbraio proprio a Cogne, in Valle d’Aosta.

La Coppa del Mondo di Sci Nordico torna a Cogne dopo 12 anni

coppa del mondo di sci nordico Cogne
Coppa Europa (Credit Paolo Rey)

Iniziata a Ruka, Finlandia, il 24 novembre, la Coppa del Mondo di Sci Nordico era già stata ospitata a Cogne, ai piedi del Parco Nazionale del Gran Paradiso, nel 1984, nel 1987, 1992, 2001, 2002 e infine 2006. Quest’anno la Coppa del Mondo di Sci Nordico ritorna nella Perla Alpina della Val d’Aosta dopo ben 12 anni. L’evento di richiamo mondiale si svolgerà il 16 e 17 Febbraio a Cogne. Sabato 16 febbraio sono previste le competizioni sprint, mentre domenica 17 febbraio si svolgeranno le gare a media distanza.

La tradizione dello Sci Nordico, dalla Scandinavia alle Alpi

sci nordico
sci nordico, foto via pxhere

Seguitissimo in tutta la Scandinavia, dove è sport nazionale, e nel Nord Europa, lo sci nordico ha in realtà una tradizione antica anche sulle Alpi. La leggenda vuole che fosse il direttore svedese delle storiche Miniere di Magnetite di Cogne, Ranjiar Nordensten, a portare i suoi sci per praticare questo sport sulla Prateria di Sant’Orso, agli inizi del ‘900. Così la moda dello sci nordico si diffuse tra gli abitanti del paese di Cogne e sulle Alpi.

Prateria di Stant’Orso, Perla Alpina di Cogne ospita la Coppa del Mondo di Sci Nordico
Prateria di Stant’Orso, foto via pagina Facebook del Comune di Cogne

L’evento segnerà un grande ritorno dello sci nordico ai piedi del Gran Paradiso, con 21 nazioni presenti, milioni di spettatori internazionali e TV che trasmetteranno la gara in tutto il mondo. In Italia potremo seguire la gara del 16 febbraio, che comprende le finali e le semifinali, in diretta TV su RAI 2. Il nostro paese, grazie ai suoi campioni, ha più volte centrato importanti risultati, fra cui medaglie d’oro alle Olimpiadi e vittorie della Coppa del Mondo. Aspettiamo impazienti di vedere i risultati delle gare di Cogne!

La road map per rendere il grande evento sportivo sostenibile

coppa del mondo a cogne
Coppa Europa a Cogne, Credits Paolo Rey

La Coppa del Mondo di Sci Nordico è diventata per Cogne un’occasione per promuovere ancora di più il tema della sostenibilità, che la vede già da anni impegnata come Perla Alpina e come Destinazione Green. Una scelta importante dal momento che la competizione di respiro inernazionale si svolge ai piedi del Parco Naturale del Gran Paradiso, in un territorio tanto prezioso quanto fragile.

Il comune ha così predisposto un piano di sostenibilità dell’evento: una “road map” da seguire affinché la competizione di caratura mondiale minimizzi i suoi impatti ambientali e sociali, creando valore aggiunto alla località. Il documento, elaborato da Giuseppe Cutano, Sustainability Manager Comune Cogne, è stato sottoposto sia al Parco Nazionale del Gran Paradiso che al Comitato Organizzatore dell’evento.

Riciclo dei rifiuti, utilizzo di energia elettrica rinnovabile, gestione dei flussi di traffico con mezzi pubblici, incentivo della mobilità elettrica, riduzione dei mono uso e degli sprechi. Vediamo insieme quali sono le misure ecologiche adottate da Cogne per ridurre l’impatto ambientale e sociale del grande evento sportivo.

Gli impatti ambientali e sociali della Gara di Coppa del Mondo

Lo Stadio dello sci di fondo della Coppa del Mondo di Sci Nordico a Cogne
Lo Stadio dello sci di fondo a Cogne, visto dall’alto, foto via Pagina Facebook Ski World Cup

“Come Comune di Cogne ci siamo interrogati sulla sostenibilità dell’evento sportivo e attraverso il documento di piano abbiamo proposto di monitorare e limitare al minimo gli impatti, mettendo in atto tutte le compensazioni necessarie” – spiega l’ingegnere Cutano. “Uno dei principali impatti ambientali in eventi di questo tipo è legato alle emissioni di CO2 dei generatori elettrici aggiuntivi per i media center e per l’area tecnica della gara. Il piano prevede perciò l’utilizzo di generatori elettrici di ultima generazione che limitino al minimo il consumo di carburante biodisel, e le relative emissioni nocive, ma anche la sensibilizzazione degli operatori nell’utilizzo dei generatori sono in caso di necessità.

Navette gratuite e auto elettriche per promuovere la mobilità sostenibile

Auto elettrica "Alpine Pearls"
Auto elettrica “Alpine Pearls”, foto di Silvia Ombellini

Il Piano di Cogne punta tantissimo sulla mobilità sostenibile, incentivando l’utilizzo delle navette gratuite per il trasporto pubblico locale e dei mezzi pubblici già a partire dalla città di Aosta, potenziati per l’occasione, per raggiungere i vari luoghi della gara. Gli ospiti sono spinti a non utilizzare l’auto privata e a muoversi in modo sostenibile. Durante l’evento sono disponibili aree di parcheggio polmone in cui lasciare l’auto per salire a bordo delle navette offerte dal Comune.

Durante le gare di Coppa del Mondo i membri del Comitato Organizzatore si muoveranno prettamente con auto elettriche.  Gli spostamenti con veicoli non inquinanti sono incentivati al massimo. Un esempio? Chi raggiunge Cogne in auto elettrica usufruisce dell’ingresso omaggio alla competizione mondiale, con accesso al palco vip. Per favorire gli arrivi in auto elettrica sono anche state potenziate le colonnine di ricarica, offendo 10 postazioni ricarica per veicoli elettrici all’interno del territorio comunale. Altre promozioni ed omaggi sono previste per chi raggiunge Cogne in carpooling, in auto elettrica o ibrida.

Sensibilizzare alla corretta raccolta dei rifiuti

mozziconi di sigarette, problema da risolvere nei grandi eventi
Mozziconi di sigarette, foto di Patrick Brinksma, via unsplash

Altro obiettivo del piano di sostenibilità dell’evento è quello di sensibilizzare ospiti e abitanti sul tema della raccolta dei rifiuti, in particolare sui mozziconi di sigarette, che spesso, durante grandi eventi come questo, vengono gettati a terra e abbandonati ovunque.

Cogne ha scelto così di implementare i cestini per i rifiuti sui luoghi della gara. Una volta terminato l’evento, l’arredo urbano verrà ri-distribuito su tutto il territorio comunale, rimanendo così sul territorio della Perla Alpina come eredità della Coppa del Mondo di Sci Nordico 2019.

In tutti i luoghi della gara il piano punta sulla raccolta differenziata, offrendo diversi contenitori dedicati. A questi si aggiungono dei porta mozziconi di sigarette e messaggi per sensibilizzare i fumatori al loro utilizzo.

Anche le costruzioni e le varie architetture provvisorie talvolta possono trasformarsi in rifiuti ed occupare inutilmente il paesaggio. “Spesso, in occasioni di grandi eventi si tende ad investire su strutture che finito l’evento non servono più. Per evitare questo spreco di risorse abbiamo progettato investimenti che possano essere utili anche in seguito, una volta finita la gara”, spiega il Sustainability Manager Comune Cogne. Per questo le strutture aggiuntive create per la gara sono removibili, pensate per avere nuove funzioni utili alla comunità di Cogne dopo l’evento, o semplicemente noleggiate per l’evento e rimosse subito dopo, così da non intaccare il paesaggio.

Acqua sfusa gratuita e bicchieri celebrativi per dire no all’usa e getta

acqua di montagna
foto di Kate Joie, via unsplash

Le bottiglie di plastica rappresentano uno dei problemi ambientali cruciali del nostro secolo. Basti pensare all’enorme quantità di bottiglie e altro materiale usa e getta consumato durante i grandi eventi, e all’inquinamento degli oceani, letteralmente invasi dalla plastica… gli studiosi ci dicono che continuando così nel 2050 nei mari ci sarà più plastica che pesci. Come fare per liberarsi dalle bottigliette di plastica monouso e allo stesso tempo garantire il diritto all’acqua potabile a tutti? Il comune di Cogne ha scelto di sensibilizzare le persone sul tema e di proporre rifornimenti di acqua gratuita offerta dalla Maison de l’Eau. Così, oltre a ridurre la produzione di rifiuti di plastica, gli ospiti possono beneficiare senza spese del l’acqua fresca di montagna, un bene prezioso e a km zero.

Per evitare lo spreco di bicchieri usa e getta, e la conseguente produzione di rifiuti, la perla Alpina di Cogne ha anche ideato un bicchiere celebrativo che può essere utilizzato più volte e portato a casa come ricordo dell’evento di fama mondiale.

Cogne tra le 100 destinazioni più sostenibili al mondo

Cogne Punta Fenilia
Cogne Punta Fenilia, foto Credit Giovanni Vigo, via pagina Facebook del Comune di Cogne

Le azioni a favore dell’ambiente dal Comune di Cogne in occasione delle gare di Coppa del Mondo sono significative: l’obiettivo è di ridurre il più possibile le emissioni di gas serra e portare benefici reali alla comunità locale. Non è un caso che la Perla Alpina di Cogne sia stata nominata per il terzo anno consecutivo nella Top 100 Green Destinations, la prestigiosa lista che celebra gli sforzi nella direzione della sostenibilità a beneficio dei visitatori, delle comunità locali e del mondo intero.

Cogne vista da Gimillan. la perla alpina ospita le gare di coppa del mondo
Cogne vista da Gimillan, photo Credit Martino Ara, via pagina Facebook del Comune di Cogne

Nessun grande evento può essere a impatto zero, ma sono tante le buone pratiche che si possono mettere in atto per ridurre gli impatti ambientali e sociali, per perseguire la sostenibilità, per monitorare e mitigare gli impatti negativi.

La Perla Alpina di Cogne è riuscita a trasformare una competizione di richiamo mondiale in un’occasione per ribadire l’importanza dello sviluppo sostenibile. La Coppa del Mondo di Cogne è sì un evento sportivo e una grande festa, ma anche un’opportunità per sensibilizzare sulle tematiche ambientali, dal climate change alla difesa della Natura Alpina, tanto fragile quanto preziosa e spettacolare.

Pubblicato da EcoBnb

EcoBnb

"Chi vuole viaggiare felice deve viaggiare leggero", scriveva Antoine de Saint-Exupery. Amiamo viaggiare in modo sostenibile, riducendo al minimo la nostra impronta sul pianeta terra. Ogni volta che possiamo scegliamo il treno, la bicicletta, il viaggio a piedi... perché quello che conta non è la meta ma il modo in cui ci mettiamo in cammino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *